ASCOLTA

Ascoltatore: “Sono etero e ho l’Aids”

Ci ha chiamati un ascoltatore ammalato di Aids. “Mia moglie mi ha contagiato, faceva l’infermiera, ha avuto un contatto ematico occasionale con un malato, e mi ha contagiato”. Continua il racconto: “Il mio caso è particolare, ma è un esempio che gli eterosessuali si ammalano di Aids. È talmente ovvio che Sgarbi ha detto una sciocchezza… ne è conscio anche lui”. “Sgarbi dovrebbe rivedere le sue teorie”.

Tante persone credono che il contagio sia riservato a chi pratica il sesso anale, agli omosessuali, al terzo mondo, risponde Cruciani. E come vivi, chiedono i conduttori. “Il malato di Aids vive una vita normale, anche se sono soggetto a restrizioni e controlli”.  E continua: “Chi vive una vita promiscua ha più possibilità, ma non dipende dall’eterosessualità.”.

 

Tags: ,

Ti potrebbe interessare anche