ASCOLTA

Rough Sex! Rocco Siffredi mise la testa di un’attrice nello sciacquone: rivoluzionò il porno. La verità oggi? Alle donne piace violento

di Maria Elena Barnabi. Cosmopolitan (http://www.cosmopolitan.it/sesso-amore/news/a112063/rough-sex-cose-perche-piace-alle-donne-e-gli-uomini-non-capiscono/)

 

Uno spettro si aggira tra le coppie: è lo spettro del rough sex, del sesso duro, forte, rude, brutale, violento. C’è lo spanking, lo slapping, il choking (in genere, le mani intorno alla gola), il gagging (questo lo cercate su google), i graffi, i morsi, le parole pesanti, le manette, gli strattonamenti e tante altre amenità, insomma qualsiasi cosa rientri nel mood: “lui fa quello forte e lei fa quella debole”. Con ilbdsm vero e proprio non c’entra, perché qui sono un uomo e una donna che fanno sesso, non un master e una slave. Molti lo fanno, ma nessuno ne parla. Ma soprattutto, moltissime donne superati i 30 anni lo vogliono, e lui mica sempre lo capisce. È comprensibile: dopo anni passati a dire che siamo pari e la violenza no, per carità, come glielo spieghi agli uomini che una sculacciata qui, o uno schiaffetto là possono essere graditi? Poi, mica tutti devono (o possono?) emulare Rocco Siffredi.Tant’è vero che è di questi giorni la notizia che il porno attore James Deen, spesso molto rough sul set, è stato accusato di violenza sessuale da sue tre colleghe (di cui una è la sua ex fidanzata). Ma quando ilsesso duro è consenziente, quindi è fatto bene, può essere uno psicodramma che può riequilibrare una coppia. Che può, almeno a letto, ristabilire vecchi ruoli, anche se in modo teatrale e forzato, e farti tornare a vivere, foss’anche solo per una mezzoretta sudata, nell’eldorado del gender (sarà mai esistito?) in cui gli uomini erano uomini e le donne erano donne.

 

spanking_club_1935_by_artboy62-d5vtvra

Quando il rough sex (sesso violento) è diventato mainstream?

Qual è stata la prima volta in cui abbiamo cominciato a parlarne? La risposta è venuta un giorno, dal niente, mentre stavo riordinando l’armadio (rinomatamente una delle mie fasi più creative): Rocco Siffredi e la famosa scena dello sciacquone. Quella cioè in cui lui ha un rapporto anale con una donna, continua a dirle che è una zoccola e nel bel mentre le mette la testa nella tazza del water e tira l’acqua. «Rocco è stato uno dei primi a introdurre scene di rough sex nell’hard grazie a John Stagliano, il regista che rivoluzionò il porno con i gonzo, i film praticamente senza sceneggiatura girati con la camera a mano», conferma Federico Zecca, ricercatore di porn studies del Dams di Gorizia, autore diPorn after porn. Contemporary alternative pornographies (Mimemis). «Ma non dobbiamo pensare che sia stato il porno a creare un bisogno: è fatto per vendere, semplicemente mette in scena quello che vuole il pubblico. È vero però con con gli anni il porno si sta laicizzando, sta entrando nella vita di coppia. Si stanno innovando le culture sessuali, e oggi due sculaccioni possono essere considerati normali». Tant’è vero che Rocco oggi viene considerato uno che le donne le capisce, ed è totalmente sdoganato in tv: dopo programmi come Ci pensa Rocco, l’Isola dei Famosi e il Grande Fratello, a gennaio dovrebbe partire Casa Siffredi su La5, un reality sulla sua vita quotidiana tra famiglia e Hard Academy.

 

Continua qui

 

 

bizzarre

Tags: , , ,

Ti potrebbe interessare anche

divorce

hot!

Non fate sesso? Colpa degli ex!

Su Stile.it http://www.stile.it/2017/01/14/sesso-periodo-castita-ci-5-ragioni-id-136847/ Quindi,...